Memory and Contemporaneity
China Art Today


La mostra Memory and Contemporaneity promossa da The Palace Museum di Pechino e presentata in occasione della 57a Biennale di Venezia come evento collaterale, è una riflessione su un imprevisto: l’incendio divampato il 4 Aprile a bordo del cargo MSC Daniela, al largo dello Sri Lanka, durante il quale, il viaggio dei container contenenti le 52 opere dei 17 artisti destinate ad essere esposte si interrompe bruscamente.

Quella che i curatori della mostra hanno deciso di intraprendere è “un’avventura” nel proporre ugualmente l’evento intitolato “Memoria e Contemporaneità” mantenendo così come erano i primi due tempi del percorso espositivo (scampati all’incendio) e trasformando il terzo che doveva essere dedicato all’esposizione delle opere in una provocatoria meditazione sulla loro assenza.

Il primo tempo concepito come “prologo” consiste in un’immersione totale nelle opere e nelle installazioni dei tesori della Città Proibita di Pechino. Il secondo assume le modalità del “dialogo” tra il lascito della cultura cinese interpretata dai maestri del design italiano come Antonio Citterio, Michele De Lucchi, Piero Lissoni e la contemporaneità, raccontata nel terzo tempo attraverso 17 corti girati negli atelier degli artisti cinesi impegnati a realizzare le proprie creazioni.

Così il percorso prosegue seguendo il tragitto di una simbolica presa di coscienza dell’accaduto, un prontuario etimologico dell’accadimento, dove parole come “fato, incidente e umano” diventano parte integrante dell’allestimento.

CamuffoLab ha realizzato l’immagine della mostra utilizzando dei solidi in movimento che riprendono l’idea di questi container dispersi.

Cliente
Rampello & Partners

Promosso da
The Palace Museum, Beijing, China

Progetto
Communication
Book design
Environmental

Curato da
Davide Rampello
Gianfranco Maraniello
Wang Yamin
Sun Jianjiun

Allestimento
Apml

Team
Enrico Zampieri
Sebastiano Calgaro

Link
Myartguides
Frieze

Venezia 2017